da | Feb 15, 2020 | AGENTE 007 | 0 commenti

Jet set è una nuova rubrica di Bricks and the city in cui io e Andrea Spera ci occupiamo di gossip e immobiliare.

Dopo le numerose visualizzazioni del mio articolo sulle case più chiacchierate d’Italia ho pensato che potesse essere divertente farne un ulteriore approfondimento in tv.

Mentre facevo la ricerca per quell’articolo ho trovato tanto materiale perchè in amore, in politica e nello show business la casa viene spesso usata come oggetto di schermaglia. E quando è coinvolta una celebrity è subito gossip sui giornali in tv e sul web.

Approfondendo la ricerca per Jet set ho scoperto che viviamo in una Affittopoli perenne e se il tema della prima puntata è Roma Milano, beh, in questo momento entrambe ne sono colpite. A Milano le case del Policlinico e a Roma quelle del Ministero della Difesa.

Tra l’altro l’indagine credo sia partita dall’episodio della Ministra Trenta.

Lei era Ministra della Difesa nel governo Conte 1 e ha avuto un alloggio di servizio per fare incontri e riunioni. Quando il governo è cambiato entro tre mesi doveva lasciare l’alloggio ma si rifiutava perché quella casa era stata affidata al marito che è ufficiale dell’esercito. Dopo tutto il clamore però la Ministra ha deciso di lasciare l’appartamento. Si trattava di 200 mq zona San Giovanni a 540 €/mese. Mica Male!

Su La stampa si legge che su 16500 immobili del parco di alloggi che il ministero della Difesa mette a disposizione dei militari, sono 3600 le utenze illegittimamente occupate da militari che non ne hanno titolo e al centro dell’indagine della Procura di Roma. 

Se il tema della puntata è Roma Milano devo ammettere che a Roma di scandali e immobiliare ne ho trovati un’infinità a Milano pochi.

Però a Milano c’è il Jet set, imprenditori, moda.

E al centro di un gossip immobiliare si è trovato Flavio Briatore.

Flavio Briatore avrebbe comprato un pied a terre a Milano, in zona Piazza Venezia (tra le più prestigiose), alla sua nuova fiamma, la modella toscana Benedetta Bosi.

Interrogato sulla questione risponde che l’immobile è stato acquistato per il figlio Nathan Falco, che ha 9 anni e per ora non ne ha bisogno.

Intanto sembra perfetto per Benedetta Bosi, di 49 anni più giovane di Briatore, che ne può usufruire durante i suoi spostamenti a Milano.    

La Gregoraci non l’aveva presa bene.

Ma non deve preoccuparsi perchè  a quanto pare sei sono già lasciati.

Un altro scandalo immobiliare a Milano molto eccentrico è quello del bat casa.

Il figlio dell’ex sindaca Letizia Moratti, Gabriele, nel 2009 trasformò un immobile da edificio industriale in abitazione, senza i necessari permessi urbanistici e senza corrispondere le cifre dovute ai fornitori.

Fu proprio una causa civile intentata a Milano da Pavanello uno dei fornitori nel 2010 a rendere pubblica l’esistenza della Bat-casa, un lussuoso spazio di 447 metri quadri in via Ajraghi che ospitava un poligono di tiro (riprodotto sulla base di un film di Batman), una piscina con ponte levatoio, tre forni, una cantina climatizzata per i vini, la sala fitness con vasca idromassaggio, il bagno turco, la botola motorizzata che portava a un bunker sotterraneo.

Da questa causa la procura di Milano scoprì che c’erano anche degli abusi edilizi. Gabriele Moratti è stato costretto a pagare una somma di 49 mila euro.

 

Chiudiamo con uno scandalo che a Roma fece parlare tanto. Quello dell’attico del Cardinal Bertone.

Nel 2013 al centro dello scandalo immobiliare si trovò il Cardinal Bertone, ex Segretario di Stato Vaticano, che fece ristrutturare finemente un attico di 700 metri quadrati a Palazzo San Carlo, Santa Marta. Nel mirino i finanziamenti dei lavori che ammontavano a oltre 700 mila euro e che in parte, 422 mila, sono stati pagati dal Bambin Gesù.

Papa Francesco ha voluto vederci chiaro e sono emersi doppi pagamenti, società a Londra e rivincite interne. Il processo si chiude nel 2017 con la condanna dell’ex presidente dell’ospedale pediatrico Giuseppe Profiti a un anno con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Mentre il Cardinale ha fatto una ‘donazione volontaria’ di 150 mila euro al Bambin Gesù.

Intanto Bergoglio vive proprio lì vicino a Santa Marta in un semplice appartamento di poco più di 70 metri quadrati.

Se vuoi vedere la puntata integrale di Bricks and the city clicca qui.